LE TECNOLOGIE DEL FUTURO

Intervista all'ing. Secondo Mariani, Amministratore Delegato

Doppio anniversario per l’azienda alessandrina ultracentenaria, nuovi brevetti e tecnologie competitive, export in tutto il mondo
Pubblicata sul Periodico n.2/2016 di Confindustria Alessandria e Asti

Il Made in Italy d’eccellenza nel mondo porta il marchio “Panelli” di Alessandria, azienda leader internazionale nel settore delle pompe e dei motori elettrosommersi.
Impresa ultracentenaria, la Panelli celebra quest’anno un doppio anniversario: i 110 anni di costituzione dell’antica “Officina A. Panelli” fondata nel 1906, ed i 25 anni della nuova proprietà che, dal 1991, fa capo alla famiglia Mariani.
Già agli albori del secolo scorso la Panelli fu una delle prime società al mondo a specializzarsi e ad imporsi nelle tecnologie del ciclo completo dell’acqua.
Dando continuità ad una realtà manifatturiera che è espressione e simbolo di una celebre presenza industriale radicata ad Alessandria, l’ingegner Secondo Mariani, già direttore dello stabilimento, ha acquisito il marchio direttamente dal Tribunale di Alessandria, a seguito del fallimento della vecchia società guidata dalla famiglia Panelli, ed ha restituito impulso e nuova vita all’azienda, con passione, coraggio e capacità di innovazione, mantenendo e valorizzando un “brand” storico.
In onore alle sue antiche origini, Panelli Srl è iscritta nel Registro Nazionale delle Imprese Storiche italiane istituito da Unioncamere, ed è stata insignita dalla Camera di Commercio di Alessandria del premio speciale dedicato alle aziende storiche ultracentenarie del territorio locale. Un premio conferito a quelle imprese, come ha motivato la Camera di Commercio, che hanno dimostrato di saper coniugare innovazione e tradizione, apertura al mondo e appartenenza alla comunità, e che in virtù della dimensione etica che le caratterizza, costituiscono un patrimonio per la società che deve essere difeso e riconosciuto.

Brevetti: la forza dell’innovazione
Nella sede del nuovo stabilimento in zona D5 a Spinetta Marengo, dove l’azienda si è trasferita dopo l’alluvione del 1994 dal vecchio sito produttivo di Alessandria, Secondo Mariani, fondatore e Amministratore Delegato di Panelli Srl, racconta la sua esperienza imprenditoriale che ha riportato al successo l’attività: “Rilevai il marchio, la modelleria stampi dei motori e il now how. La rinascita è dovuta all’automatizzazione della produzione e allo sviluppo di prodotti nuovi altamente tecnologici, con prestazioni di elevata efficienza, che ci collocano ai vertici dei migliori concorrenti mondiali, sia in Italia che all’estero, e con un rapporto qualità-prezzo decisamente competitivo, che la vecchia azienda, che nel tempo non si era rimodernata, non era più in grado di offrire”.
La forza dell’innovazione si concretizza in rilevanti investimenti, del 10 – 15 per cento all’anno, in ricerca e sviluppo, brevettazione e in tecnologie di processo, attraverso il lavoro di uno staff di alta qualificazione guidato da Mariani.
La Panelli ha mantenuto l’eredità delle precedenti linee di produzione: elettropompe per acque limpide (pompe sommerse, motori sommersi riavvolgibili e pompe da superficie), ed elettropompe per acque luride (pompe da fognatura e da drenaggio).
In particolare le recenti ricerche della Panelli hanno portato ad innovativi brevetti sulle pompe sommerse. Il brevetto più significativo riguarda la girante di tipo flottante a rasamento frontale, che permette di far fronte ad utilizzi gravosi e continui, mantenendo prestazioni e rendimenti ai vertici del settore, con una notevole competitività del prodotto su tutta la gamma, anche a livello economico. Tra i principali vantaggi idraulici e funzionali si evidenziano l’elevata resistenza all’usura per sabbia; il forte aumento della durata di funzionamento; ingombri più contenuti e manutenzione praticamente esente. Ricerca e sviluppo continui hanno contribuito alla crescita dell’azienda, in grado di proporsi sul mercato con una specifica gamma di pompe per utilizzi diversi: dall’uso domestico a quello industriale, dal settore civile ed impiantistico all’agricoltura, dai sistemi di irrigazione e drenaggio, alle applicazioni per sistemi antincendio, e a richiesta anche per piattaforme petrolifere.

Come nasce il prodotto
“Per innovare un prodotto – spiega Mariani – è anzitutto fondamentale la conoscenza del mercato e di ciò che richiede, e in questo campo porto la mia esperienza di quarant’anni di lavoro. Il prodotto nasce studiando i concorrenti e cercando di migliorare l’esistente. Nasce dal disegno della nuova pompa, viene realizzato il prototipo, che è poi validato in sala collaudi, e quando consideriamo di essere arrivati al massimo delle prestazioni ottenibili, paragonandolo almeno a quelle di concorrenti migliori, si passa alla costruzione del modello, e alla fornitura. Il prodotto è di serie, raramente si lavora su commessa speciale. Oltre al controllo di tutte le fasi della produzione, attribuiamo molta importanza alla qualità dei materiali impiegati: le materie prime sono la ghisa e l’acciaio inox, il lamierino magnetico, il rame, materie termoplastiche, filo di avvolgimento in pvc”.

Il fascino delle “isole robotiche”
All’interno dello stabilimento la tecnologia predomina con il suo fascino. L’area produttiva è proiettata nel futuro, ed è composta dalle “isole robotiche”, rosse, gialle, verdi, che colorano l’ambiente, e si completa con un magazzino automatizzato di elevata efficienza. Le “isole robotiche” sono progettate da Secondo Mariani, e sono e costruite sulla base delle specifiche esigenze dettate dalla produzione aziendale.

Export in tutto il mondo ed un nuovo stabilimento all’estero.
Il 95 per cento del fatturato è quota export, in Europa, Africa, Asia, America del Nord e del Sud. Il fatturato 2015 è di circa 15 milioni di euro. Negli ultimi anni le esportazioni risentono delle problematiche geopolitiche in alcuni Paesi esteri. Panelli produce 50 mila pezzi all’anno, e per commercializzare il prodotto l’azienda si avvale di una struttura interna per la rete vendita, con area manager, completata anche da agenti in Italia e all’estero.
“Il Made in Italy – commenta Mariani – è ancora molto apprezzato all’estero, e per espanderci e rafforzarci maggiormente sul fronte internazionale è in progetto la realizzazione di una realtà produttiva in India, per servire meglio e più da vicino i nuovi mercati emergenti: Australia, Thailandia, Malesia, Bangladesh, Indonesia, offrendo i prodotti sempre contraddistinti dalla nostra qualità a prezzi competitivi.
Per diffondere il prodotto e per conoscere nuovi clienti la presenza alle fiere è indispensabile. Partecipiamo, infatti, alle più importanti fiere di settore, in Italia (Milano e Bologna), e all’estero (Dubai, Mosca, Las Vegas, Algeria, Libia)”.

Il valore della famiglia in azienda
“Panelli è un’azienda di famiglia – sottolinea con orgoglio Mariani – e questo mi gratifica molto, è un valore che conferisce continuità all’impresa e dà impulso all’attività”. In azienda sono operativi, con Mariani, anche le figlie, Manuela, Direttore Amministrativo, ed Elisa, Direttore Commerciale, la moglie Carla, ed i mariti delle figlie.
Panelli occupa quaranta dipendenti, in particolare periti tecnici ed ingegneri. “Per il personale – aggiunge Mariani – facciamo formazione ed aggiornamento interni all’azienda, inoltre ospitiamo studenti di Istituti tecnici locali in stage ed in alternanza scuola-lavoro. Consolidiamo così un legame storico con il territorio, pensando al futuro occupazionale dei nostri giovani ”.